LA CHIESA PARROCCHIALE DELL’ASSUNZIONE DI MARIA

È l’oggetto sacrale centrale nel centro di Dobrna. È visibile da tutte le direzioni perché domina la città da una piccola collina. In stile barocco, che è stato conservato in campagna nella prima metà del XIX secolo, nel 1844, la chiesa attuale è stata costruita sulle rovine di una vecchia chiesa.

Il nostro beato Anton Martin Slomšek è stato nominato vescovo della diocesi lavantina il 5 luglio 1846 a Salisburgo. Come prima chiesa, il 30 agosto dello stesso anno ha benedetto la nuova chiesa dell’Assunzione a Dobrna. La volta della chiesa è ricoperta dagli affreschi di Tomaž Fantoni, autore frequente nelle nostre chiese e rappresentante del gruppo di pittori friulani che hanno lavorato nella più ampia area della Stiria slovena. La sua opera in questa chiesa di Dobrna è la sua prima opera in Slovenia. L’edificio ha tre lapidi in marmo, tra cui le tombe di Matija e Margareta Gačnik, dei nobili di Dobrna, che sono ancora oggi il simbolo della fioritura e del potere di Dobrna. La plastica dorata dell’Assunzione nella nicchia dietro l’altare maggiore, tratta dalla vecchia chiesa, risale al 1740.

La cappella di San Giuseppe è stata aggiunta alla vecchia chiesa dal vicario Gašpar Rodič nel 1663, aiutato dal proprietario di Kačjek, Matija Gačnik, che nel 1676 fece costruire una tomba di famiglia in questa cappella. Quando la vecchia chiesa fu distrutta, anche la cappella fu distrutta, ma fu ricostruita nello stesso anno. Nel campanile c’erano tre grandi campane, due delle quali furono rimosse durante la guerra; l’unica rimasta era la più piccola, del 1924. Negli anni ’90 del secolo scorso, i parrocchiani l’hanno ingrandita ancora di più e l’hanno chiamata la campana di Slomšek.

Torna su

Il sito web utilizza i cookies per garantire una migliore esperienza agli utenti e per raccogliere informazioni statistiche sull’uso del sito.

X