SANATORIO E SORGENTE TERMALE

Facendo una passeggiata attraverso Dobrna, alla fine del vicolo di castagno, attira l’attenzione un imponente edificio chiamato Sanatorio (Zdraviliški dom). La villa di Tavčar, conosciuta già nel XVI secolo, un tempo sorgeva sulla piattaforma di fronte ad essa. Fino alla costruzione dell’albergo Dobrna, oggi albergo Vita, il sanatorio dominava la vista sulle terme.

Il progetto dell’edificio è sempre stato a quattro mani ed è rimasto tale. Risale al 1624.

Nel sanatorio si possono ancora oggi ammirare la sorgente d’acqua termale e la piscina termale, che dal 1624 è al centro dell’edificio, come testimonia l’iscrizione originale di Gačnik.

Il cuore di ogni centro termale è la sorgente termale, così anche a Dobrna. Si trova nella parte centrale del sanatorio.

La superficie è racchiusa in una circonferenza di pietra poligonale, ricoperta da piastrelle traslucide, che si toccano in un piano piramidale tagliato verso l’alto. Attraverso di esse si può osservare un’acqua leggermente schiumosa, incolore, inodore e senza sapore. Se la mescoliamo, ottiene un aspetto lattiginoso. Ha una temperatura costante di 36°C e proviene da una profondità di 1200 metri, da strati di calcare su cui, nei periodi geologici successivi, sono crollate e si sono formate formazioni superficiali più giovani.

Torna su

Il sito web utilizza i cookies per garantire una migliore esperienza agli utenti e per raccogliere informazioni statistiche sull’uso del sito.

X